Non sforzarti: la comunicazione con gli angeli è un processo spontaneo

visioni_di_angeli_3d

Estratto dal libro Visioni di Angeli
Scrivi il tuo commento qui sotto

Per una triste ironia, le persone che più amano gli angeli spesso sono proprio quelle che incontrano maggiori difficoltà nel vederli!

In quasi tutti i miei corsi, si presenta una coppia così assortita: una donna che ama gli angeli arriva accompagnata dal proprio affezionato marito. Lei indossa una felpa con un disegno di un angelo, orecchini a forma d’angelo e un ciondolo che raffigura un angelo. Lui non nutre alcun interesse per gli angeli, ma partecipa al seminario per far piacere alla moglie.

Poi il corso ha inizio e, prima dell’ora di pranzo, guido il pubblico in un esercizio che aiuta a vedere gli angeli. Il marito vede angeli e cari defunti e dice alla moglie: “Wow, tesoro, che esperienza incredibile! Grazie per avermi portato a questa conferenza.” Lei, dal canto suo, non vede nemmeno l’ombra di un essere celeste e scatta verso di lui, esclamando: “Com’è possibile che tu veda gli angeli? Ma se nemmeno ti piacciono!”.

La frustrazione della donna nasce dalla convinzione di fondo che, dal momento che lei ama gli angeli, ha diritto a esclusivi privilegi. Ma gli angeli si dedicano a tutti noi con la stessa attenzione, e si manifestano anche a chi non crede in loro e a chi non ne aveva mai sentito parlare. Lo scoglio principale della donna è proprio quel suo disperato desiderio di vederli, che la porta a cercare con troppa insistenza questo tipo di esperienza. Il marito, che ha un atteggiamento più distaccato, è tranquillo e quindi più aperto e ricettivo. Un marito che corrisponde a questa descrizione ha di recente completato il mio corso per ottenere la certificazione di Angel Therapy Practitioner. Eppure, la prima volta, un paio di anni fa, era stato letteralmente trascinato dalla moglie a uno dei miei corsi.

Quindi, se ti sforzi di vedere gli angeli, in realtà, potresti ottenere l’effetto opposto e non riuscire a entrare in sintonia con loro. La paura che ti porta a forzare le situazioni nasce da un senso di solitudine e dalla convinzione che “dipenda da te”. I nostri incontri con gli angeli, invece, nascono dal volere degli angeli, dei maestri illuminati e dei nostri cari defunti. Se desideri incontrare gli angeli, tieni presente che il gioco di squadra porta a risultati migliori.


Visioni di Angeli di Doreen Virtue

 

Ti è piaciuto questo estratto? Scrivi il tuo commento qui sotto.

Per approfondire acquista il libro su MyLifeStore
così hai subito uno sconto del 15%.


Visioni di Angeli – Doreen Virtue
Il metodo per entrare in contatto con gli angeli

Libro di 256 pagine – Sconto 15% € 12,67 (anzichè 14,90)

Postato in Le Parole di Doreen.

3 Commenti

  1. Salve Doreen,sono Lorena.Amo gli angeli da tempo e ne sono affascinata da sempre,senza una ragione chiara.Non ho avuto il privilegio di vederli ma da quando ho letto Haziel non ho mai smesso di cercare di conoscere meglio l’argomento.Mi piace quello che scrivi, e seguitero’ a leggere.Non è tanto inusuale che si abbia il desiderio di entrare in contatto con loro;si torna sempre da chi ti fa star bene e ti aiuta a capire quello che è celato ma esistente.Decideranno loro Se è Quando venire da me.Io sono in squadra con loro comunque!Saluti.

  2. Sicuramente, il nostro stato d’animo è determinante.
    Mi è capitato un episodio, qualche mese fa, che mi ha fatto riflettere: per strada, ero assorta nei miei pensieri, quando un uomo mi ha salutato con voce molto dolce e mi ha chiesto una moneta. Mi ha colpito la dolcezza e il suo aspetto, molto bello, ma soprattutto il fatto che era vestito bene, non certo dimesso, da mendicante. Gli ho dato una moneta e ho proseguito la mia strada, ma quando dopo qualche passo, mi sono girata, era scomparso. Era sicuramente una presenza angelica, e ho pregato, ringraziando Dio per questa esperienza.

Cosa ne pensi? Scrivi il tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *