Il Metodo Anti Dieta Yo Yo di Doreen Virtue

Primo passo per il mangiatore emotivo: identifica i sentimenti che ti fanno ingrassare

Estratto dal libro Il Metodo Anti Dieta Yo Yo 
Scrivi il tuo commento qui sotto

Se sei una mangiatrice emotiva devi acquisire una profonda consapevolezza delle motivazioni che ti spingono a ingerire gli alimenti. Hai bisogno di questa consapevolezza per capire se il tuo stomaco è effettivamente vuoto, o se invece sei turbata per qualcosa e vuoi mangiare solo per sentirti meglio.

Per prima cosa, passa la prossima settimana ad analizzare i sentimenti che provi quando ti viene fame. Il modo migliore per farlo è tenere un diario in cui registrare come ti senti prima, durante e dopo aver mangiato. Il diario consente, nero su bianco, di individuare degli schemi regolari delle ragioni emotive per cui mangi senza controllo.

In secondo luogo, la prossima volta che ti viene voglia di mangiare, chiediti se non sia possibile che si tratti di un turbamento anziché di appetito. Quando senti i morsi della fame non precipitarti direttamente in cucina. Piuttosto, e questo è importante, imponiti un’attesa di quindici minuti.

Nelle pagine che seguono, sono elencati i sedici sentimenti che i mangiatori emotivi confondono spesso con la fame fisica. Mentre leggi la lista devi essere il più possibile sincera con te stessa, perché l’autoconsapevolezza è un ingrediente chiave per una pronta guarigione dalla sindrome della dieta yo-yo.

Questi elenchi si limitano a descrivere i sentimenti che fanno ingrassare, spiegando perché inducano a sovralimentarsi.

 

RABBIA

La rabbia è l’emozione più citata nei casi di sovralimentazione. Soprattutto se la si reprime, suscita un forte disagio che viene spesso confuso con la fame. Ma quello che sembra fame è in realtà un desiderio di usare il cibo per nascondere o mascherare l’emozione dolorosa attraverso gli alimenti.

Le donne hanno particolari difficoltà ad ammettere che la loro fame dipenda da pressioni sociali, che vanno dai rimproveri dei genitori (“Le signorine non dovrebbero perdere il controllo!”), alle regole del gioco sul lavoro (“In questa società si fa carriera solo se sorridi e vai d’accordo con la direzione, senza discuterne la linea”). Una simile pressione rende inutili i nostri tentativi di non arrabbiarci; a tutti capita di provare collera. I problemi di salute con la rabbia nascono quando il sentimento viene ignorato, fingendo che non esista, nella speranza che l’emozione si plachi se la si elude abbastanza a lungo. I mangiatori emotivi si rivolgono al cibo per soffocare la rabbia.

Barbara era una mangiatrice emotiva che si alimentava senza controllo in risposta alla rabbia repressa. Quando iniziò le sedute con me, per il primo mese non fece altro che entrare e mettersi a piangere per la sovralimentazione e il peso in eccesso. Dai pugni serrati di Barbara, dalla sua tensione, dalla voce stridula e dai movimenti rapidi e impacciati, era sempre evidente che fosse piuttosto arrabbiata: questo era il motivo per cui si sovralimentava.

Dopo aver sentito Barbara parlare, le dissi qualcosa del tipo: “Come ti sei sentita un attimo prima di mangiare la torta?”.

“Oh, non so”, rispose. “E va bene, credo… be’, forse un po’ turbata.”

“Non eri per nulla arrabbiata?” le chiesi.

“No! Certo che no! Perché avrei dovuto essere arrabbiata?”.

“Bene”, risposi, “facciamo solo finta che lo fossi. Per che motivo lo saresti stata?”.

Barbara finalmente ammise a se stessa di essersi arrabbiata. Il grosso della sua rabbia ruotava intorno a quel che lei aveva vissuto come un’altrui mancanza di riguardo, nelle occasioni in cui si era sentita vittima senza riuscire a difendersi. Il “colpevole”, di solito il marito, il principale o la madre, la mandava in bestia, ma sentiva di non poter esprimere o chiarire la sua rabbia. Questa frustrazione era la causa che la portava a mangiare torte e ciambelle, così da bloccare la coscienza delle emozioni fastidiose.

Barbara imparò a curare la fonte della rabbia, usando i metodi che leggerai in questo libro. Dopo lunghi mesi di pratica con queste tecniche di autoguarigione, smise di reagire alla rabbia ingerendo gli alimenti.

Il Metodo Anti Dieta Yo Yo di Doreen Virtue

 

Ti è piaciuto questo estratto? Scrivi il tuo commento qui sotto.

Per approfondire acquista il libro su MyLifeStore
così hai subito uno sconto del 15%.


Il Metodo Anti Dieta Yo Yo – Doreen Virtue
Come regolare e stabilizzare peso e appetito

Libro di 336 pagine – Sconto 15% € 10,63 (anzichè 12,50)

Il Metodo Anti Dieta Yo Yo di Doreen Virtue

Lo stile di vita oberato dal lavoro

Estratto dal libro Il Metodo Anti Dieta Yo Yo 
Scrivi il tuo commento qui sotto

Nella sindrome della dieta yo-yo ci sono cinque stili di sovralimentazione. Ciascuno ha una diversa causa emotiva, metafisica e comportamentale, ma tutti sono accomunati da malsane abitudini che impediscono un’alimentazione equilibrata. Potresti riconoscerti in più di uno stile di sovralimentazione (o in tutt’e cinque). Ora prenditi un momento per valutare in che stili ti riconosci: il “mangiatore compulsivo”, il “mangiatore emotivo”, il “mangiatore per autostima”, il “mangiatore stressato” o il “mangiatore dell’effetto valanga”.

  1. Quelli che non riescono a smettere di mangiare certi alimenti, ovvero i “mangiatori compulsivi”. Becky, che si vantava di essere sempre organizzata e “tutta d’un pezzo”, non riusciva a capire perché perdesse il controllo, andando avanti ad abbuffarsi, ogni volta che mangiava qualcosa con del cioccolato dentro. Allo stesso modo JoAnn scoprì di non poter tenere nel congelatore un chilo di gelato senza farlo fuori in un sol colpo. Come cibi irresistibili vanno per la maggiore cioccolato, dolci, pane, alimenti spazzatura salati, gelato e yogurt gelato, frutta secca, formaggio, condimenti cremosi per insalate e piatti speziati italiani o messicani.
  2. Quelli che utilizzano gli alimenti per comodità, ovvero i “mangiatori emotivi”. Il lavoro iperstressante di Janice la metteva in molte situazioni fastidiose, faticava a dire alla gente quanto fosse irritata dai loro comportamenti. Giunta al termine del lavoro, Janice aveva accumulato un intero giorno di rabbia: ogni sera, non appena arrivava a casa, si dirigeva dritta al frigorifero per sentirsi meglio, ma non era l’ideale per la sua salute.

Gli alimenti, oltre a essere un paravento per la rabbia, vengono ingeriti per combattere sensazioni come la fatica. Cindy si sentiva esausta dopo un giorno passato a rincorrere e a prendersi cura del figlioletto neonato. Per rifornirsi di energia sufficiente a preparare ogni sera la cena, si mangiava snack pieni di zuccheri, come caramelle o biscotti, annaffiandoli con una bibita.

  1. Quelli che usano il cibo per sentirsi meglio con se stessi, ovvero i “mangiatori per autostima”. Hillary metteva al primo posto il marito e i figli, spendendo per loro quei pochi soldi in più che la famiglia possedeva: per sé mai nulla. Indossava vecchi pantaloni e camicie logore, e spesso dimenticava di truccarsi. In dieci anni di matrimonio, Hillary ha messo su più di 36 chili; mangiare senza controllo era un altro modo per maltrattarsi.
    In questo caso ad avere la peggio è la salute mentale.
  2. Quelli che usano il cibo quando sono sotto stress, ovvero i “mangiatori stressati”. Rosalyn, che lavorava come quadro in una compagnia di assicurazioni, sentiva che il tempo non le bastava mai a fare tutto il necessario. “Passo al lavoro cinquanta ore alla settimana”, diceva, “poi devo tornare a casa e prendermi cura della famiglia. Trascorro i fine settimana a fare il bucato e la spesa dal droghiere. Il mio unico spasso sembra essere mangiare!”.

Purtroppo la scelta di Rosalyn di usare il cibo come strumento per gestire lo stress ha avuto come conseguenza un aumento di peso di 14 chili in due anni per l’alimentazione non corretta. “Prima di accettare questo lavoro ero molto orgogliosa del mio aspetto”, spiegava Rosalyn, “ma adesso non ho neppure tempo per fare esercizio fisico o seguire una dieta! Mi sono quasi rassegnata a finire grassa come mia madre”.

  1. Quelli che aumentano gradualmente il consumo di cibo, ovvero i “mangiatori dell’effetto valanga”. Diane ha continuato ad acquistare e perdere gli stessi 7 chili fin da quando ne aveva memoria. “Non c’è scampo”, spiegava, “non faccio in tempo a perdere peso, che subito comincio a rimetterlo su!”. Dopo un esame più attento scoprimmo che Diane perdeva peso riducendo l’abbondanza dei pasti. Una volta persi i 7 chili, smetteva di badare alle porzioni: i pasti s’ingrandivano sempre più finché non riacquistava tutto il peso.

Ogni inverno Darlene, un’altra mangiatrice dell’effetto valanga, ingrassava di 9 chili. “Per lo meno li posso nascondere sotto golf e giacche voluminose”, mi diceva, “ma certo non sarebbe male, per una volta nella vita, rimanere dello stesso peso tutto l’anno”. Ogni primavera, Darlene si rimetteva a dieta stretta e tornava ad allenarsi, in vista dell’estate e della prova costume: uno schema del quale era tremendamente stanca.

Il Metodo Anti Dieta Yo Yo di Doreen Virtue

 

Ti è piaciuto questo estratto? Scrivi il tuo commento qui sotto.

Per approfondire acquista il libro su MyLifeStore
così hai subito uno sconto del 15%.


Il Metodo Anti Dieta Yo Yo – Doreen Virtue
Come regolare e stabilizzare peso e appetito

Libro di 336 pagine – Sconto 15% € 10,63 (anzichè 12,50)

visioni_di_angeli

Una classe piena di angeli

Estratto dal libro Visioni di Angeli
Scrivi il tuo commento qui sotto

Mio figlio Matthew aveva appena compiuto cinque anni ed era pronto per la scuola elementare. Ero preoccupata per lui perché sapevo che era chiaroveggente e sensitivo.

A casa parliamo spesso di angeli. Ci raccontiamo le nostre visioni e i nostri sogni, e vediamo angeli in casa durante tutto il giorno. C’erano state un paio di situazioni in cui mia figlia Faith ne aveva parlato a scuola e le reazioni di scherno ai suoi racconti l’avevano spinta a nascondere e a ignorare le sue doti di chiaroveggente e sensitiva. I bambini possono essere molto crudeli gli uni con gli altri, così Faith ha imparato a sue spese che cosa non raccontare a scuola.

Per questa ragione, ero preoccupata per Matthew, perché invece lui ama parlare di ciò che lo riguarda ancor più di sua sorella, e temevo che lo avrebbero preso in giro. Pregavo di continuo chiedendo che quella situazione si risolvesse.

Alla fine, le mie preghiere furono ascoltate! Quando, il primo giorno di scuola, andai a prendere Matthew all’uscita, lui corse tra le mie braccia, esclamando: “La mia insegnante crede negli angeli, mamma! E vuole parlare con te.”

Conobbi l’insegnante di Matthew, una donna molto piacevole. Dopo un po’ che parlavamo, mi disse che era bello avere mio figlio nella sua classe e quanto fosse divertente che in quella stessa classe ci fossero altri sei studenti che parlavano di angeli in modo tanto aperto. Mi raccontò che non le era mai successo prima, e che quella era una meravigliosa benedizione.

Ora, quando porto Matthew a scuola ogni mattina, sento che in classe c’è una musica per rilassarsi: l’insegnante mette un CD di musica angelica e Matthew mi ha raccontato che nell’aula c’è anche una sedia speciale per gli angeli, che di solito arrivano per fare merenda tutti insieme!


Visioni di Angeli di Doreen Virtue

 

Ti è piaciuto questo estratto? Scrivi il tuo commento qui sotto.

Per approfondire acquista il libro su MyLifeStore
così hai subito uno sconto del 15%.


Visioni di Angeli – Doreen Virtue
Il metodo per entrare in contatto con gli angeli

Libro di 256 pagine – Sconto 15% € 12,67 (anzichè 14,90)

FLOWERTHERAPY254x300

Raccogliere e prendersi cura dei fiori di guarigione

Estratto dal libro Flower Therapy
Scrivi il tuo commento qui sotto

I fiori sono manifestazioni fisiche molto reali dell’amore degli angeli. Nel momento in cui abbiamo rivolto agli angeli delle domande sui fiori, ci è stato detto: “I fiori sono bellissimi doni creati per assisterci nel momento del bisogno. Possono aiutarci a risolvere dei problemi emotivi molto radicati, e a liberarci di alcune cattive abitudini. Se ti fidi della tua voce interiore e della guida Divina, niente può andare storto.” La natura è qui per aiutarti, ed è necessario che tu apra il cuore se vuoi ricevere il suo aiuto. Possiamo paragonare il processo di scelta dei fiori alla selezione di prodotti al supermercato. Fidati dell’istinto e compi la scelta che senti essere giusta per te.

Non esiste il “fiore perfetto”. I fiori sono unici, proprio come i fiocchi di neve: non ne troverai mai due identici. Ricordati che un fiore è sempre leggermente diverso dall’altro. È vero che al supermercato è possibile trovare mele e arance che sembrano quasi identiche, ma bisogna ricordare che questi frutti vengono appositamente selezionati con specifiche caratteristiche, al fine di garantire una certa uniformità. I frutti che non corrispondono alle dimensioni standard vengono scartati. Ma se si dà un’occhiata ai prodotti biologici, ci si accorge che ogni frutto è leggermente diverso dall’altro.

Alcuni possono avere dei piccoli segni o graffi, altri un colore meno acceso e brillante. Indipendentemente dalle caratteristiche esterne, l’energia del cibo rimane la stessa. (In realtà, gli alimenti biologici, con il loro aspetto imperfetto e più naturale, a volte hanno un valore nutritivo maggiore!). Tutto ciò sembra valere anche per i fiori. Durante la ricerca di strumenti naturali di guarigione, non devi preoccuparti di trovare il fiore dal colore, dalla forma e dal numero di petali “perfetto”. Piuttosto, cerca di individuarne uno che corrisponda all’energia del tuo desiderio. Sfoglia l’elenco presente nella Seconda Parte del libro per stabilire quali sono i tipi di fiori che meglio si adattano ai tuoi obiettivi attuali; poi, vai alla ricerca di quelli da cui sei attratto.

A volte, l’aspetto dei fiori che trovi in natura non è identico a quello degli esemplari riportati sulle riviste di giardinaggio o botanica. I fiori possono avere infinite forme e dimensioni, e possono differire notevolmente l’uno dall’altro, persino da stelo a stelo della stessa pianta. Potrebbe capitarti di trovare un fiore che faccia esultare il tuo cuore ma, osservandolo, potresti accorgerti che i petali sono segnati o strappati, o addirittura che è troppo piccolo.

Tuttavia, è questo fiore in particolare, e non altri, ad averti incantato. In casi come questi, devi fidarti dell’intuito e della tua guida interiore scegliendo questo fiore, dal momento che è quello perfetto per te, il tassello mancante del puzzle che hai sempre cercato.


Raccogliere i fiori selvatici
Raccogliere i fiori dal loro ambiente naturale può essere un’esperienza bella e terapeutica. Tuttavia, prima di farlo all’interno di parchi o riserve naturali, è necessario accertarsi che sia consentito. Spesso queste aree sono protette, e raccogliere i fiori al loro interno può essere considerato un atto vandalico. Vogliamo trarre vantaggio dalle energie di guarigione dei fiori, ma non dobbiamo finire nei guai!

Chiedi sempre al proprietario o alla guardia forestale di darti delle informazioni sul regolamento per la raccolta dei fiori, eviterai di cogliere accidentalmente una specie protetta in via d’estinzione! Ricorda che non è necessario raccogliere i fiori per godere delle energie di guarigione che si trovano in natura. Ti basterà restare in piedi o seduto per un po’ nelle vicinanze del fiore assorbendo le proprietà magiche che la pianta è in grado di condividere con te. Oppure scatta delle fotografie ai fiori: in tal modo, potrai lavorarci in un momento successivo.

È importante sottolineare che fiori e piante sono esseri viventi, proprio come te. Hanno una forza vitale molto potente e profonda, che merita rispetto e gratitudine. Se hai occasione di cogliere dei fiori, prendi in considerazione la possibilità di trasformare quel momento in un rito. In questo modo, avvertirai la pianta del fatto che stai per reciderla, e renderai il processo di rimozione del fiore più dolce, pacifico e amorevole.

Inoltre, eviterai di disturbare le importantissime fate, e di fatto rafforzerai il tuo legame con loro, perché capiranno che ti preoccupi della natura. Le fate sono molto comprensive. Se hai difficoltà a scegliere il fiore, prendi una decisione veloce; il perfetto tempismo Divino ti guiderà nella scelta. Fa’ in modo che la raccolta dei fiori sia un momento sereno, affinché tu possa godere dell’esperienza. Durante il rito, offri amore ed esprimi gratitudine alla pianta e al fiore. Ciò ti consente di ottenere risultati ancora più sorprendenti con Flower Therapy, favorendo la guarigione e la manifestazione. Ti consigliamo di svolgere il rito descritto di seguito:


Rito per la raccolta dei fiori
Occorrente:

❀ Una pianta in fiore. Può essere coltivata in vaso o nel terreno.
❀ Un nastro bianco della lunghezza di circa 30 centimetri.
❀ Un paio di cesoie da giardino, affilate e ben pulite. L’intento è quello di praticare un taglio rapido e netto.
❀ Un frutto o una tazza di succo di frutta come dono per la pianta e le fate.
❀ Un cestino o un sacchetto di carta per portare a casa il fiore.

La sera prima del rito, chiedi che in sogno ti vengano offerte ulteriori indicazioni. Al risveglio, fai una doccia o un bagno per purificarti, ripulendo contemporaneamente il corpo fisico e quello energetico. Quando ti sentirai pulito e rinfrescato, sarai pronto a cominciare.

Raggiungi la pianta prima di mezzogiorno; questo è il momento in cui il fiore è al massimo del suo vigore. Prendi con te l’occorrente per la raccolta, siediti o stai in piedi di fronte alla pianta. Chiudi gli occhi e fai alcuni respiri profondi. Recita la seguente preghiera:

“Pianta guaritrice, sono qui oggi per chiedere il tuo
aiuto. Chiedo che le tue energie di guarigione si
manifestino sotto forma di fiore. Invoco gli angeli
e le fate affinché siano qui con me oggi.
Ti prego di assistermi in ogni fase di questo rito
per la raccolta dei fiori.”

Usando l’intuito, cerca di capire se questa pianta è quella giusta per il lavoro che dovrai svolgere. Se ti senti a disagio o insicuro, o se provi un’istintiva sensazione negativa, vuol dire che non è la pianta ideale. Onora e rispetta questa indicazione: potrebbe voler dire che un’altra pianta della stessa specie è più adatta; inoltre è probabile che si trovi nelle vicinanze.

Se l’energia di questo secondo esemplare fa più al caso tuo, ne sarai attratto. Fidati delle risposte che ricevi, e continua ad aggiustare il tiro fino a quando non provi la sensazione giusta. Dopo aver trovato la pianta adatta, dovrai individuare il fiore giusto. Ripeti:

“Angeli e fate, per favore mostratemi con chiarezza
qual è il fiore adatto per questa situazione.”

Ascolta l’intuito. Fidati di quello che ti dice. Può darsi che una farfalla o un’ape ti guidino posandosi su un fiore particolare. Quando l’insetto sarà volato via, potrai continuare. Non è da escludere che il fiore verso il quale vieni condotto si riveli una sorpresa, dal momento che potrebbe trattarsi di un fiore di piccole dimensioni o dall’aspetto “imperfetto”. Questa è una percezione che si basa sui paragoni fatti con le piante che si vedono dal fiorista.

Non devi farti influenzare dall’apparenza. Gli angeli ci insegnano che ciò che conta è l’energia del fiore cercato. Misura lo stelo in modo da riuscire a tenerlo in mano comodamente. Lega il nastro bianco circa due centimetri e mezzo sotto il punto nel quale intendi tagliare il fiore. Mentre leghi il nastro, ripeti:

“Grazie per avermi offerto questo splendido fiore
come dono di guarigione. Con questo nastro, ti consento di
prepararti alla raccolta del fiore.”

Tieni i palmi delle mani sospesi sopra il fiore. Con l’occhio della mente, osserva l’energia bianca che lo fa risplendere. Immagina le fate e gli angeli infondere ancora più energia ai tuoi desideri. Quando ti senti pronto a recidere il fiore, afferma:

“Mentre raccolgo questo fiore,
la sua energia si arricchisce e si amplifica.”

Rendi grazie alla pianta dicendo:

“Grazie per il tuo dono.
Userò questo fiore con onestà e gratitudine.”

Lascia alla pianta un po’ di frutta o del succo in segno di ringraziamento. Questa energia contribuisce alla nascita di nuovi fiori curativi. A questo punto, puoi portare il fiore a casa con te per lavorarci con calma, scegliendo il metodo più adatto tra quelli elencati nel prossimo capitolo.

Hai ricevuto un dono sacro e purissimo dalla natura, dalle fate e dagli angeli. Godi della guarigione e delle benedizioni che questo dono racchiude in sé.


Flower Therapy di Doreen Virtue

 

Ti è piaciuto questo estratto? Scrivi il tuo commento qui sotto.

Per approfondire acquista il libro su MyLifeStore
così hai subito uno sconto del 15%.


Flower Therapy – Doreen Virtue, Robert Reeves
I Fiori degli Angeli

Libro di 247 pagine – Sconto 15% € 10,63 (anzichè 12,50)

cover_vivere_senza_dolore

Liberarsi dalle abitudini alimentari poco sane con l’aiuto degli angeli

Estratto dal libro Vivere senza Dolore
Scrivi il tuo commento qui sotto

Invoca gli angeli affinché ti aiutino a sbarazzarti da ogni dipendenza malsana. Nel nostro libro Angel Detox abbiamo sottolineato che chiunque preghi per essere aiutato a rinunciare a un cibo o a una bevanda riceve l’intervento divino. All’inizio potresti non accorgerti dell’aiuto, ma alla fine questi desideri verranno eliminati. Le persone riescono a liberarsi da bevande e cibi nocivi dopo aver fallito nell’impresa molte volte in passato e, una volta chiesto il sostegno dei propri angeli, sono stati in grado di scacciare questi alimenti dalla propria vita per sempre!

Per chiedere agli angeli di aiutarti, trova un posto tranquillo dove non sarai disturbato. Inizia concentrandoti sul respiro e rilassa la mente. Quando ti senti a tuo agio, ripeti ad alta voce o nella tua mente:

“Caro Dio, caro Gesù e caro Arcangelo Raffaele, invoco il vostro aiuto. Vi prego di restare qui con me mentre prendo questo impegno verso la mia salute. Desidero scacciare ogni dolore dalla mia vita; per farlo, so che devo lasciar andare queste dipendenze. Per favore, guidatemi attraverso questo processo di guarigione. Mi fido di voi e so che volete solo il mio bene. Grazie.”

Adesso visualizza gli alimenti che vorresti eliminare mentre volteggiano sopra il tuo stomaco. Attraverso la chiaroveggenza, potresti vedere corde sottili, simili a una ragnatela, che collegano questi cibi e queste bevande al tuo corpo. L’energia di guarigione verde smeraldo di Raffaele dissolverà le corde, eliminando queste dipendenze dalla tua vita.

Potresti notare delle sensazioni attraversare il tuo corpo, forse sentirai Raffaele che elimina il dolore. A prescindere dal fatto che tu stia provando coscientemente qualche sensazione particolare, la guarigione sta avendo luogo. Gli angeli hanno solo bisogno del tuo permesso per intervenire nella tua vita. Non appena lo ottengono, possono realizzare i loro miracoli di guarigione. Da questo momento in poi avrai l’Arcangelo Raffaele al tuo fianco, che ti guiderà a vivere senza dolore.


Vivere senza Dolore di Doreen Virtue e Robert Reeves

 

Ti è piaciuto questo estratto? Scrivi il tuo commento qui sotto.

Per approfondire acquista il libro su MyLifeStore
così hai subito uno sconto del 15%.


Vivere senza Dolore – Doreen Virtue, Robert Reeves
Soluzioni naturali per eliminare il dolore fisico

Libro di 207 pagine – Sconto 15% € 12,67 (anzichè 14,90)

ABC Arcangeli di Doreen Virtue

Le nove schiere angeliche

Estratto dal libro ABC degli Arcangeli
Scrivi il tuo commento qui sotto

Secondo l’angelologia – la disciplina che studia gli angeli – esistono nove “schiere” o “cori” angelici, che comprendono:

  • Serafini: sono gli angeli dell’ordine superiore e si dice che splendano di una luce fulgida perché più vicini a Dio. Sono pura luce.
  • Cherubini: normalmente rappresentati come bambini paffuti con ali da Cupido, sono gli angeli del secondo ordine. Sono puro amore.
  • Troni: la triade dei serafini, dei cherubini e dei troni risiede nelle sfere superiori del Cielo. I troni sono il ponte tra il mondo materiale e il regno spirituale e rappresentano l’equità e la giustizia di Dio.
  • Dominazioni: sono l’ordine più elevato della seconda triade di angeli. Sono i supervisori o i coordinatori degli angeli secondo la volontà di Dio.
  • Virtù: questi angeli governano l’ordine dell’universo fisico, sovrintendendo al Sole, alla Luna, alle stelle e a tutti i pianeti, compresa la Terra.
  • Potestà: come indica il loro nome, gli angeli di questa schiera sono potenti guerrieri che depurano l’universo dalle energie inferiori.
  • Principati: la terza triade è composta dagli angeli più vicini alla Terra. I principati vegliano sulle nazioni e le città del nostro Pianeta per garantire la pace in Terra secondo la volontà di Dio.
  • Arcangeli: sono i supervisori dell’umanità e degli angeli custodi. Ogni arcangelo ha una propria specialità che rappresenta un aspetto di Dio.
  • Angeli custodi: tu, come ogni individuo, hai degli angeli custodi personali che ti vengono affiancati per tutta la vita.


ABC degli Arcangeli di Doreen Virtue

 

Ti è piaciuto questo estratto? Scrivi il tuo commento qui sotto.

Per approfondire acquista il libro su MyLifeStore
così hai subito uno sconto del 15%.


ABC degli Arcangeli – Doreen Virtue
Come connettersi con gli Arcangeli Michele, Raffaele, Gabriele, Uriel e tutti gli altri per ottenere Guarigione, Protezione e Guida

Libro di 164 pagine – Sconto 15% € 15,22 (anzichè 17,90)

Il nostro stato emotivo influenza la sintonia con gli angeli

Estratto dal libro Visioni di Angeli
Scrivi il tuo commento qui sotto

Quando proviamo emozioni forti – come paura, rabbia, preoccupazione – e, allo stesso tempo, chiediamo aiuto al Cielo, questa nostra richiesta spesso ci porta ad avere un incontro con gli angeli. Se invece non chiediamo aiuto, possiamo effettivamente impedirci di ascoltare la guida celeste. Quindi, chiedere è la chiave essenziale.

Puoi richiedere l’aiuto di Dio, dello Spirito Santo, di Gesù (o di altri maestri), degli arcangeli, del tuo angelo custode o di un caro defunto in tanti modi diversi:

  • Formula il pensiero: Aiutatemi! Il Cielo ascolta i nostri pensieri e risponde aiutandoci.
  • Formula la tua richiesta a voce alta. Le parole che scegli e il modo in cui le pronunci non sono importanti. Ciò che conta è la sincerità.
  • Scrivi una lettera al Cielo. Apri il tuo cuore ed esprimi tutte le tue paure, preoccupazioni e speranze. Anche in questo caso, non preoccuparti di trovare una forma “corretta”. Stai comunicando con gli angeli, non con un insegnante di italiano.
  • Invitali a entrare nei tuoi sogni. Prima di addormentarti, prega per entrare in sintonia con i tuoi angeli. Invita loro (o un particolare essere celeste) a entrare nei tuoi sogni. Può essere utile anche trascrivere la preghiera su un foglietto che metterai sotto il cuscino.
  • Chiedi un segno. Chiedi ai tuoi angeli di rendere nota la loro presenza in uno dei modi descritti nei racconti degli incontri con gli angeli raccolti nella prima parte del libro. Non fornire specifiche riguardo a come desideri visualizzare quei segni. Lascia che gli angeli ti sorprendano. Chiedi però agli angeli di darti un segno chiaro che non potrai non notare.
  • Chiedi un sostegno per la tua fede. Se ti senti pieno di dubbi su te stesso, chiedi ai tuoi angeli di accrescere la tua fiducia spirituale. Anche se dubiti della vicinanza o dell’esistenza dei tuoi angeli, chiedi comunque. Il modo più semplice è rivolgerti mentalmente a loro prima di addormentarti. Chiedigli di sostenere la tua fede e di sintonizzarsi con te in modo che tu non possa dubitare della loro presenza.


Visione di Angeli - Doreen Virtue

 

Ti è piaciuto questo estratto? Scrivi il tuo commento qui sotto.

Per approfondire acquista il libro su MyLifeStore
così hai subito uno sconto del 15%.


Visioni di Angeli – Doreen Virtue
Il Metodo per Entrare in Contatto con gli Angeli

Libro di 256 pagine – Sconto 15% € 12,67 (anzichè 14,90)

Scopri il potere del Chakra Clearing ascoltando la meditazioni online

Estratto dal libro Chakra Clearing
Scrivi il tuo commento qui sotto

Le meditazioni di Chakra Clearing sono un ottimo metodo anche per purificare l’energia di casa, dell’ufficio e dell’auto. Molti genitori mi raccontano che usano Chakra Clearing per purificare la camera da letto dei loro figli, e che questo facilita il sonno.

La visualizzazione del mattino è un metodo per attrarre le intenzioni positive con cui affrontare la giornata e manifestare situazioni e persone gioiose e armoniose.

La visualizzazione della sera è un’opportunità per rilassarti, ottima per meditare prima di coricarti o dopo una giornata stressante. Molte persone mi raccontano che si addormentano mentre lo ascoltano. Qualcuno a volte si chiede se gli effetti benefici delle meditazioni funzionino anche nel sonno. Sappi che la mente inconscia continua a sentire i messaggi e la musica di Chakra Clearing anche quando la mente conscia divaga o dorme. Anche solo tenere l’audio in sottofondo durante un momento di relax è un modo molto efficace per accrescere l’energia e la tua serenità.

Mentre segui le meditazioni, forse noterai che il tuo corpo vibra o entra in risonanza con alcune frasi. È un segno positivo: stai rilasciando l’energia collegata a quel particolare aspetto, che era rimasta bloccata all’interno del corpo. Se il tuo corpo è quieto, è un segnale che hai del tutto purificato le energie a bassa frequenza associate a quel particolare chakra. È importante rimanere ricettivi durante l’ascolto, senza cercare di far accadere le cose. Per aprire e purificare i chakra le intenzioni positive sono un ottimo aiuto. Il mio augurio è che tu possa apprezzare queste meditazioni affidandoti al tuo Sé superiore e agli angeli. È molto importante che tu ti permetta di ricevere, dal momento che dai così tanto al mondo. Ti auguro di apprezzare questo regalo che fai a te stesso.


Chakra Clearing - Doreen Virtue

 

Ti è piaciuto questo estratto? Scrivi il tuo commento qui sotto.

Per approfondire acquista il libro su MyLifeStore
così hai subito uno sconto del 15%.


Chakra Clearing – Doreen Virtue
Risveglia il tuo potere spirituale di conoscenza e guarigionea

Libro di 128 pagine – Sconto 15% € 10,63 (anzichè 12,50)

La gioia della carriera

Estratto dal libro Angel Therapy – Terapia degli Angeli
Scrivi il tuo commento qui sotto

Pensiamo che la parola “ispirazione” sia parte integrante di questo argomento perché potrai lasciarti ispirare per trovare il lavoro che ti darà gioia. Parliamo di “gioia” perché la carriera è fatta di questo. Sei una goccia di luce mandata sulla terra per baciare la rugiada del mattino. Pensa alla gioia che la luce del sole riceve quando emana i suoi raggi come riverbero dell’eterno bagliore di Dio. Ora capirai perché ne parliamo fin dalle prime righe di questo capitolo. Molti di voi hanno deciso di essere messi con le spalle al muro in campo lavorativo, vincolati da forze esterne che determinano le loro scelte.

Cari figli di Dio, niente potrebbe essere più lontano dalla verità! Vorremmo che poteste osservarvi dalla nostra angolazione mentre rinunciate alla vostra totale libertà. È tragico vedere quanti di voi siano intrappolati in lavori che soffocano la vera essenza di gioia. Cari amici, non dovete restare dove non siete graditi. Liberatevi mentalmente da un lavoro che non può appartenervi e vedrete che, a sua volta, se ne libererà presto anche il vostro corpo. Portatevi questo nel cuore, specialmente la sera quando andate a dormire: “non ho niente da temere. Ho scelto di pensare alla gioia quando rifletto sulla carriera.” Miei cari, fate solo questo e si verificherà una svolta nella vostra coscienza.

Il prossimo argomento riguarda la disponibilità a cercare il lavoro che avete scelto. Molti di voi sognano il giorno in cui, in futuro, saranno preparati e pronti per la carriera che vogliono intraprendere. Secondo noi, si tratta di un errore della coscienza. Vorremmo che rimaneste ancorati al presente quando pensate alle prospettive lavorative.

In questo modo, la vostra alba entrerà dentro di voi oggi e non domani. Ti chiediamo di stare al passo con i tuoi desideri e, mentre rifletti sulla prossima mossa, dì a te stesso che è questo il momento in cui avviene il cambiamento. Né poi, né mai. Adesso.


Angel Therapy - Terapia degli Angeli di Doreen Virtue

 

Ti è piaciuto questo estratto? Scrivi il tuo commento qui sotto.

Per approfondire acquista il libro su MyLifeStore
così hai subito uno sconto del 15%.


Angel Therapy – Terapia degli Angeli – Doreen Virtue
I messaggi degli Angeli per ogni area della tua vita

Libro di 283 pagine – Sconto 15% € 15,30 (anzichè 18,00)

visioni_di_angeli_3d

Non sforzarti: la comunicazione con gli angeli è un processo spontaneo

Estratto dal libro Visioni di Angeli
Scrivi il tuo commento qui sotto

Per una triste ironia, le persone che più amano gli angeli spesso sono proprio quelle che incontrano maggiori difficoltà nel vederli!

In quasi tutti i miei corsi, si presenta una coppia così assortita: una donna che ama gli angeli arriva accompagnata dal proprio affezionato marito. Lei indossa una felpa con un disegno di un angelo, orecchini a forma d’angelo e un ciondolo che raffigura un angelo. Lui non nutre alcun interesse per gli angeli, ma partecipa al seminario per far piacere alla moglie.

Poi il corso ha inizio e, prima dell’ora di pranzo, guido il pubblico in un esercizio che aiuta a vedere gli angeli. Il marito vede angeli e cari defunti e dice alla moglie: “Wow, tesoro, che esperienza incredibile! Grazie per avermi portato a questa conferenza.” Lei, dal canto suo, non vede nemmeno l’ombra di un essere celeste e scatta verso di lui, esclamando: “Com’è possibile che tu veda gli angeli? Ma se nemmeno ti piacciono!”.

La frustrazione della donna nasce dalla convinzione di fondo che, dal momento che lei ama gli angeli, ha diritto a esclusivi privilegi. Ma gli angeli si dedicano a tutti noi con la stessa attenzione, e si manifestano anche a chi non crede in loro e a chi non ne aveva mai sentito parlare. Lo scoglio principale della donna è proprio quel suo disperato desiderio di vederli, che la porta a cercare con troppa insistenza questo tipo di esperienza. Il marito, che ha un atteggiamento più distaccato, è tranquillo e quindi più aperto e ricettivo. Un marito che corrisponde a questa descrizione ha di recente completato il mio corso per ottenere la certificazione di Angel Therapy Practitioner. Eppure, la prima volta, un paio di anni fa, era stato letteralmente trascinato dalla moglie a uno dei miei corsi.

Quindi, se ti sforzi di vedere gli angeli, in realtà, potresti ottenere l’effetto opposto e non riuscire a entrare in sintonia con loro. La paura che ti porta a forzare le situazioni nasce da un senso di solitudine e dalla convinzione che “dipenda da te”. I nostri incontri con gli angeli, invece, nascono dal volere degli angeli, dei maestri illuminati e dei nostri cari defunti. Se desideri incontrare gli angeli, tieni presente che il gioco di squadra porta a risultati migliori.


Visioni di Angeli di Doreen Virtue

 

Ti è piaciuto questo estratto? Scrivi il tuo commento qui sotto.

Per approfondire acquista il libro su MyLifeStore
così hai subito uno sconto del 15%.


Visioni di Angeli – Doreen Virtue
Il metodo per entrare in contatto con gli angeli

Libro di 256 pagine – Sconto 15% € 12,67 (anzichè 14,90)